Infrarail Firenze si impegna a diffondere e consolidare la cultura della trasparenza, nonché il rispetto dei principi di integrità e onestà, attraverso l’adozione di strumenti di Governance, tra cui il Codice Etico del Gruppo Ferrovie dello Stato e un complesso sistema procedurale interno. 

Come membri della famiglia FS, condividiamo l’insieme dei principi fondamentali relativi a diritti umani, standard lavorativi, tutela dell’ambiente e lotta alla corruzione. 

"Carta dei diritti e dei doveri fondamentali" attraverso la quale il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane enuncia e chiarisce le proprie responsabilità e gli impegni etico/sociali verso tutti gli Stakeholder.

download documenti

Come previsto dal Codice Etico del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Infrarail Firenze si è dotata di un proprio Comitato Etico, il quale svolge compiti consultivi e di indirizzo dell’attività aziendale.

Il Comitato Etico di IFR è così composto:

  • Presidente: Carmelo Catalano, responsabile struttura “Amministrazione, Finanza e Controllo”
  • Membro: Sandro Starace, responsabile struttura “Personale e Servizi Generali”
  • Membro: Carlo Marcone, responsabile struttura “Affari Legali”

Per eventuali segnalazioni: comitatoetico@infrarailfirenze.it 

Il Modello 231 è il sistema dei controlli interni adottato da ciascuna Società per prevenire i rischi di commissione di reati da parte di soggetti che operano all’interno o per conto della Società (Management, Dipendenti, Collaboratori ecc.) nell’interesse o a vantaggio della Società stessa. 

L’adozione e l’efficace attuazione del Modello 231 è la condizione essenziale per escludere la responsabilità amministrativa dell’ente ai sensi del D. Lgs. 231/2001. 

Organismo di Vigilanza

Come previsto dal Modello 231, siamo dotati di un Organismo di Vigilanza presieduto da Massimiliano Lei che ha il compito di verificare e vigilare sul rispetto del Modello, di segnalare eventuali necessità di aggiornamento del Modello, di monitorare l’effettuazione di un’adeguata attività di informazione e formazione sullo stesso. 

Al fine di assicurare il controllo dei processi interni, nonché perseguire l’obiettivo di miglioramento continuo, ci siamo dotati di un Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ), certificato secondo gli standard della norma internazionale ISO 9001: 2015, valutata secondo le prescrizioni del regolamento tecnico RT-05. 

Entro la fine del 2021 prevediamo inoltre di adottare un Sistema di Gestione Ambientale secondo la norma ISO 14001: 2015 e un Sistema di Gestione per la Salute e Sicurezza sul lavoro secondo la norma ISO 45001:2018. Lo scopo è quello di dare vita a un complesso sistema di gestione e controllo delle regole e delle procedure interne al fine di assicurare, per tutta la durata del progetto, il rispetto delle norme ambientali e diffondere una cultura aziendale basata sulla prevenzione e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. 

La politica aziendale di Infrarail Firenze, che opera per l'esecuzione di servizi di ingegneria e lavori per contro di RFI S.p.A., è definita dall'Alta Direzione, in coerenza con le strategie aziendali e in riferimento all'analisi del contesto in cui opera.

Si orienta verso il perfezionamento delle proprie capacità organizzative e operative mediante un continuo aggiornamento dei processi, per migliorare la qualità delle prestazioni, ridurre l'impatto ambientale delle attività svolte e preservare la salute e la sicurezza dei lavoratori.